Si comunica alla gentile clientela che gli uffici della ingNET rimarranno chiusi per ferie dal 7 di Agosto fino al giorno 1 di Settembre.

Supervisione Impianti da WEB

controllo impianti

Oggi monitorare uno o più impianti a distanza è parte essenziale di un progetto di sicurezza e controllo di ambienti critici in aziende e nella Pubblica Amministrazione.

Supervisione di impianti tecnologici e di sensori

L'unione tra la piattaforma software iCare e le schede di I/O su IP PADI che ingNET propone, permette di realizzare facilmente sistemi centralizzati di sicurezza integrando, in un unico sistema di supervisione gestibile da WEB, altri impianti di altri produttori e sistemi quali:

Oggi, integrare in un unico ambiente di supervisione accessibile da WEB i suddetti sistemi è veramente semplice ed alla portata di ogni azienda, anche non necessariamente specializzata in sistemi di telecontrollo ed automazione. 

Grazie a questa integrazione è possibile soddifsfare tutte le moderne esigenze di sicurezza e flessibilità nel controllo a distanza di aree, sale, ambienti e zone distribuite sul territorio.

Un caso d'uso di supervisione d'impianti di altri produttori

Un chiaro esempio di questo tipo di realizzazione è il sistema di sicurezza e supervisione basato sulla piattaforma iCare e la scheda I/O su IP PADI in esercizio presso l'azienda partner Team Power S.r.l. di Siracusa. Il sistema è composto da:

Lo scopo dell'azienda era quello di realizzare un unico impianto di sicurezza e supervisione gestibile a distanza o in locale unicamente da WEB, e quindi sia da PC che da smartphone e tablet senza installare alcun software o APP, che permettesse di:

  1. poter registrare i flussi video provenienti dalle telecamere IP in alta definizione e gestire la ricerca degli eventi video in maniera semplice e funzionale
  2. poter supervisionare, e quindi gestire a distanza tutte le funzioni della centrale di antinrtusione (segnalazione dei guasti in centrale, inserimento/disinserimento programmi di allarme, eventuale attività segnalata dai sensori di movimento di alcune zone H24, eventuale allarmi in corso)
  3. poter controllare la temperatura all'interno della sala CED dell'azienda, registrandone anche tutte le variazioni nell'arco di un periodo in modo da valutare e/o segnalare eventuali malfunzionamenti del sistema di climatizzazione per prevenire blocchi o malfunzionamenti alle apparecchiature di rete ivi presenti

Per l'azienda committente, raggiungere i suddetti traguardi ha richiesto un sforzo impiantisco molto contenuto infatti, tutti e 3 i suddetti obiettivi sono stati raggiunti solo dopo qualche ora di lavoro da parte del loro installatore di fiducia.

Per poterne apprezzare la semplicità d'impianto di questo caso di studio riportiamo, a titolo di esempio, di seguito lo schema logico di collegamento di tutte le varie componenti dell'intero sistema:

schema sistema supervisione web

Da come si può subito notare, sia le informazioni restituite dal sensore di termperatura che quelle restituite dalla centrale antintrusione sono interfacciate al software iCare tramite la scheda I/O su IP PADI, che nel caso specifico è la versione 4AIN4DIN8ROUT che ha a bordo anche gli ingressi analogici. 

Inoltre, è importante ricordare che qualsiasi marca e modello di centrale antintrusione, antincendio ecc.. prevede la possibilità di scambiare informazioni sul proprio stato con altri sistemi sfruttando alcuni contatti a bordo, documentati sul manuale d'installazione, della scheda principale; in tal modo, grazie all'utilizzo di una o più schede I/O su IP PADI è possibile interfacciare ad iCare molte centrali contemporaneamente, anche di marche diverse, realizzando così un unico sistema di supervisione, accessibile da qualsiasi PC e smartphone o tablet, che permette al manutentore di controllare da un'unica postaazione operativa tutti gli impianti interfacciati in modo da intervenrire con altissima efficacia e rapidità sugli eventuali malfunzionamenti e/o attività sospette segnalate.

configurazione sensore ip

Infine, tutte le componenti di rete quali: le telecamere IP, il router ADSL e la scheda I/O su IP PADI sono collegate direttamente allo switch principale dell'impianto; ognuna di queste componenti ha un proprio indirizzo IP e scambia informazioni con il server, collegato allo stesso switch, di sicurezza e supevisione iCare; utilizzare esclusivamente la tecnologia TCP/IP per scambiare informazioni tra dispositivi diversi in questo tipo d'implementazione permetterà in futuro ampliare l'intero impianto aggiungendo altre telecamere, sensori e/o controllare altre centrali di altri produttori.

Di seguito vengono mostrate alcune immagini che illustrano le semplici fasi di configurazione della piattaforma software di supervisione e sicurezza iCare relative, ad esempio, alla taratura del sensore di temperatura collegato alla scheda I/O su IP PADI ed alla impostazione delle soglie di allarme in caso di eccessivo riscaldamento della sala CED monitorata dal sistema.

 

configurazione soglie temperatura

Infine, agendo direttamente sul software iCare, vengono mostrate le fasi di creazione delle "Visuali" dell'impianto da supervisionare, ovvero le interfacce grafiche di controllo con cui l'utente interagisce da PC o da smartphone e tablet Apple o Android su tutto l'impianto realizzato. La creazione e/o la modifica di queste interfacce grafiche è molto semplice e non richiede alcuna conoscenza di sistemi HMI di tipo SCADA ed è accessibile direttamente dall'utente finale del sistema.

 

sinottico web impianto

Grazie a questi vantaggi iCare ha costituito per l'azienda committente un valido strumento di gestione e controllo a distanza del proprio impianto di climatizzazione, antintrusione e di videosorveglianza integrandoli in un'unica soluzione software WEB based, in linea con i moderni fabbisogni di sicurezza e semplicitià di gestione del controllo impiantistico che è alla base di una gestione razionale delle risorse di ogni azienda moderna.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioni Chiudi